Stati Uniti 1994: un ritorno agli albori

Gli Stati Uniti nel 1994 ospitano i Mondiali di calcio e l’evento fu motivo di rilancio del soccer americano: la selezione statunitense si affacciò all’inizio degli anni novanta vestendo proposte stilistiche interessanti, tornando al contempo sotto i riflettori del calcio internazionale.

Welcome back, United States!

Nazionale Usa 1930 (ilcalcioracconta.it)
Nazionale Usa 1930 (ilcalcioracconta.it)

La nazionale di calcio americana ha mosso i primi passi agli albori del football, alla fine dell’Ottocento, ma gli incontri disputati fino all’inizio del secolo scorso sono amatoriali: ufficialmente gli States esordiscono nel 1916 e la loro prima partecipazione alla Coppa del Mondo è nel 1930, competizione dove raggiungono il terzo posto.

Dopo la partecipazione al Mondiale del 1950, gli Stati Uniti torneranno a qualificarsi ad un mondiale dopo quarant’anni, ad Italia ’90: il mondiale disputato nel Bel Paese è la grande prova della sfida di sviluppo del gioco del soccer, posta dalle federazioni americane. L’apice della promozione e degli investimenti in questo sport è giunto con l’organizzazione della successiva edizione dei mondiali nel 1994, evento in cui la FIFA credette fortemente per la opportunità di espansione popolare dello sport negli Usa, con le relative ragioni di merchandising derivanti da un evento simile; gli Stati Uniti furono vincolati alla creazione di una lega professionistica, la Major League Soccer, per accaparrarsi questo l’organizzazione di questo avvenimento.

USA 1994, la partecipazione ai mondiali

La selezione americana è affidata al tecnico jugoslavo giramondo Bora Milutinovic, che nelle esperienze da commissario tecnico ha raccolto una buona prestazione a Messico 1986 con la nazionale di casa (raggiungendo i quarti) e una qualificazione con la Costa Rica a Italia 1990.

La nazionale a stelle e strisce era prevalentemente composta da calciatori messi sotto contratto a tempo pieno dalla USSF, la federazione statunitense infatti funzionava come un club, mentre i restanti componenti della rosa militavano in squadre dei campionati europei e messicani. L’unico calciatore in un team dei campionati professionistici americani era il portiere Tony Meola, che militava nel Fort Lauderdale Strikers.

Alexis Lalas a Usa 1994 (digital spy)
Alexis Lalas a Usa 1994 (digital spy)

Gli USA qualificati all’evento come paese organizzatore, furono sorteggiati in un girone A non tranquillo con Svizzera, Romania e Colombia, dove i romeni e gli elvetici si presentano con un miglior tasso tecnico. L’esordio al Pontiac Silverdome di Detroit il 18 giugno contro la Svizzera, terminerà 1 a 1 con Eric Wynalda che rispose al momentaneo vantaggio di Bregy. Quattro giorni più tardi gli Stati Uniti affronta la Colombia a Pasadena: la partità sarà vinta dagli americani 2 a 1, con la complicità di una autorete di Escobar (che per questa vicenda sarà ucciso dai cartelli della droga), seguiti dal vantaggio di Earnie Stewart e l’inutile rete allo scadere di Valencia per i sudamericani. Gli americani chiuderanno il girone con una sconfitta contro la Romania (1-0, Dan Petrescu) e si qualificheranno agli Ottavi piazzandosi tra le migliori terze. Il 4 luglio, giorno della Festa d’Indipendenza americana, davanti ad uno Standford tutto esaurito gli uomini di Milutinovic affrontarono il fortissimo Brasile allenato da Carlos Alberto Parreira: nonostante l’esplusione di Leonardo, la nazionale a stelle e strisce fu costretta a chiudersi in difesa e subire intorno al ventesimo del secondo tempo la rete del solito Bebeto, propiziato dal solito Romario.

La nazionale americana, ritornò a superare la fase finale in quell’edizione dei mondiali, ritornando timidamente nel calcio che conta. Oltre a Tony Meola, l’altro uomo immagine di quella selezione fu il difensore Alexis Lalas, per l’estrosa capigliatura rossa e la barba caprina.

Stati Uniti 1994 – Portieri: 1 Tony Meola, 12 Juergen Sommer, 18 Brad Friedel; Difensori: 2 Mike Lapper, 3 Mike Burns, 4 Cle Kooiman, 5 Thomas Dooley, 17 Marcelo Balboa, 20 Paul Caligiuri, 21 Fernando Clavijo, 22 Alexis Lalas; Centrocampisti: 6 John Harkes, 7 Bruno Perez, 9 Tab Ramos, 13 Cobi Jones, 16 Mike Sorber, 19 Claudio Reyna; Attaccanti: 8 Earnie Stewart, 10 Roy Wegerle, 11 Eric Wynalda, 14 Frank Klopas, 15 Joe Max Moore.

Maglie Stati Uniti 1994

Stati Uniti 1994: un ritorno agli albori ultima modifica: 2017-06-14T16:22:46+00:00 da magliecalciovintage
Condividi:

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicata.*